Saluti da San Piero in Bagno

Cari amici,
chi vi scrive è Moreno Balzoni, patron della Locanda al Gambero Rosso di San Piero in Bagno.
Questo per noi del Gambero Rosso è un momento difficile a cui siamo chiamati per annunciarvi che la nostra Trattoria chiuderà a fine Agosto.
Una svolta importante nella nostra storia, che non avremmo mai immaginato, forse perché le cose belle sembra non debbano mai finire, ma bisogna anche rendersi conto che niente è duraturo.
Perché capiate i motivi che ci hanno portato a questa decisione cercheremo di farlo raccontandovi sinteticamente, come si fa in famiglia o con amici, le nostre vicissitudini degli ultimi anni.
Già nel 2009 incominciammo a porci il problema di trovare una soluzione per sgravare Giuliana dalla conduzione diretta della cucina, che le stava procurando seri problemi di salute, ma ogni tentativo fatto in questi anni è risultato vano.
Oggi, vedendo ancora non risolti i problemi di Giuliana, abbiamo realizzato che fosse arrivato il tempo di un suo meritato riposo.
A cose ormai decise, ripensando a questi meravigliosi ventidue anni, resta la grande soddisfazione di vedere confermata, fra riconoscimenti e soddisfazioni che continuano ad arrivare, la bontà del nostro operato attraverso il quale Giuliana ha ridato identità e dignità a una cucina per molto tempo considerata minore.
Così, prima della chiusura e sollecitati dai i nostri clienti “storici”, abbiamo deciso di ripercorrere la nostra storia in cucina a partire dal lontano 1951, anno in cui Cecco e la Diva iniziarono il loro lavoro di osti, attraverso due cene a tema.
Il primo di questi appuntamenti è per il 18 Luglio. Il secondo per il 25 Luglio.

A Bologna c’erano tutti… dal commissario al sacrestano

Una serata all’insegna del buon mangiare e della tradizione italiana. Quella tradizione autentica e diversa da zona a zona, da paese a paese, da provincia a città, da campanile a campanile. Si è svolto lunedì 19 marzo presso Eataly-Bologna il primo evento che ha messo insieme le Premiate Trattorie Italiane. Il neonato gruppo di luoghi del cibo, dove famiglia, storia e qualità convivono insieme nello stesso menu (visualizza il nostro manifesto).
Cinque piatti di cinque trattorie diverse. E’ stata questa la serata che ha portato a Bologna molti curiosi capaci di cogliere  nei piatti il ricordo di un passato ancora vivo e vegeto. La Trattoria di Eataly ha accolto le prime 60 persone che sono riuscite ad acquistare l’evento on-line, esauritosi dopo solo 2 giorni.
La cena ha preso il via con antipasti misti da compartire al centro del tavolo: il Tortello nella Lastra, la Frittata alle erbe di campo, la caciotta alle erbe del Carso con confettura di cetrioli e la Torta di Riso.

E’ così trascorsa la prima mezz’ora e dalla cucina arriva il primo antipasto vero e proprio:

L’evento bolognese oggi su Repubblica

Oggi, su “La Repubblica” dell’Emilia Romagna, Eataly ha dedicato una pagina all’evento di Lunedì 19 Marzo. Le Premiate Trattorie Italiane scenderanno in campo per la prima volta accompagnate da Davide Paolini (Il Gastronauta). Un evento  ideato e organizzato da Alberto Bettini della Premiata-Trattoria “Amerigo 1934” di Savigno in provincia di Bologna. L‘evento è disponibile sul…

Ecco l’evento e l’abbinamento!

Finalmente ci siamo. Manca solo una settimana al tanto atteso evento che si terrà a Eataly Bologna il prossimo lunedì 19 Marzo. Ci saranno tutte le Premiate Trattorie Italiane e tutte le loro birgate. Verrà proposto un menu con i piatti più autentici delle Trattorie, ognuno dei quali sarà abbinato a un vino locale. Ecco il dettaglio in anteprima: