A Bologna c’erano tutti… dal commissario al sacrestano

Una serata all’insegna del buon mangiare e della tradizione italiana. Quella tradizione autentica e diversa da zona a zona, da paese a paese, da provincia a città, da campanile a campanile. Si è svolto lunedì 19 marzo presso Eataly-Bologna il primo evento che ha messo insieme le Premiate Trattorie Italiane. Il neonato gruppo di luoghi del cibo, dove famiglia, storia e qualità convivono insieme nello stesso menu (visualizza il nostro manifesto).
Cinque piatti di cinque trattorie diverse. E’ stata questa la serata che ha portato a Bologna molti curiosi capaci di cogliere  nei piatti il ricordo di un passato ancora vivo e vegeto. La Trattoria di Eataly ha accolto le prime 60 persone che sono riuscite ad acquistare l’evento on-line, esauritosi dopo solo 2 giorni.
La cena ha preso il via con antipasti misti da compartire al centro del tavolo: il Tortello nella Lastra, la Frittata alle erbe di campo, la caciotta alle erbe del Carso con confettura di cetrioli e la Torta di Riso.

E’ così trascorsa la prima mezz’ora e dalla cucina arriva il primo antipasto vero e proprio: